Al momento stai visualizzando La gravità degli aspetti politici del terremoto in Kurdistan, Siria, Turchia – audio di Davide Grasso
Oltre l'umano
Oltre l'umano
La gravità degli aspetti politici del terremoto in Kurdistan, Siria, Turchia – audio di Davide Grasso
/

Le popolazioni del Bakur (Kurdistan turco) e del Rojava (Kurdistan siriano) lottano da anni contro gli stati, i regimi autoritari e contro le milizie jihadiste mettendo in atto una vera e propria rivoluzione confederale. Oggi queste popolazioni sono tra le più colpite dal terremoto del 6 febbraio, con città rase al suolo, migliaia di morti, decine di migliaia di feriti e centinaia di migliaia senza più un casa dove stare.

Se il conto delle vittime e dei danni continua a salire giorno dopo giorno, non si fanno attendere le prime conseguenze politiche di questa enorme tragedia. Il sostegno stesso e la solidarietà spontanea verso le popolazioni colpite sono politicizzate da Erdogan e dagli stati dell’area, non lasciando tregua ad un territorio da sempre al centro di tensioni e conflitti.

Dall’indicazione di una tregua nelle operazione militari data dal co-presidente del Consiglio esecutivo del KCK, Cemil Bayık, alla situazione relaziva agli aiuti e ai rapporti tra gli stati, con Davide Grasso abbiamo cercato di fare il punto in una situazione in grande mutamento.

Dichiarazione di Cemil Bayık – sub ita

Per sostenere le popolazioni colpite è prevista una CENA BENEFIT il 17 febbraio al TPO, Bologna.

Per le donazioni singole vi invitiamo a fare riferimento alla Mezzaluna Rossa Kurdistan:

bonifico bancario su c/c

BANCA ETICA

Conto: 16990236

Intestato a:

MEZZALUNA ROSSA KURDISTAN ITALIA

IBAN: IT53 R050 1802 8000 0001 6990 236

Causale: Terremoto